Acciaio fuso per saldatura - è possibile?

Con l'acciaio fuso, ci sono sempre dubbi sul fatto che sia saldabile e, in tal caso, con quali metodi è meglio saldare. I requisiti per la saldatura e le differenze tra i singoli tipi di acciaio fuso sono spiegati in dettaglio in questo articolo.

Acciaio fuso

L'acciaio fuso si riferisce a quei tipi di acciaio utilizzati come materia prima per produrre getti direttamente dall'acciaio prodotto.

Contenuto di carbonio

Tipico per l'acciaio fuso è contenuto di carbonio fino allo 0,5% - quindi non esiste l'idoneità al sudore per tutti i tipi di acciaio fuso sin dall'inizio. Il limite per una buona saldabilità è a livelli di carbonio fino allo 0,22% o equivalenti equivalenti di carbonio per acciai con leghe più elevate.

In linea di principio, tuttavia, la maggior parte delle varietà è facilmente saldabile nella pratica.

Norme DIN per la saldatura di acciaio fuso

Secondo DIN DIN 1559, che si applica all'acciaio fuso, la saldatura di pezzi in acciaio fuso è generalmente consentita. Tuttavia, deve sempre essere adattato alle proprietà tecniche e materiali del materiale del pezzo da lavorare. Per la saldatura di getti di acciaio, devono essere eseguiti anche i test delle procedure di saldatura (DIN EN 288).

Idoneità alla saldatura e lavori preparatori diversi

Per tutti i tipi di acciaio fuso austenitico, non è necessario preriscaldare il pezzo, ad eccezione del materiale numero 1.4446. Qui, a seconda della geometria e dello spessore del pezzo da lavorare tra 20 ° C e 100 ° C, è necessario preriscaldare.

In tutti i gradi completamente austenitici (che è la sua stessa specie, indipendentemente austenitici!) Inoltre deve essere un preriscaldamento compresa tra 20 ° C e 100 ° C, lo stesso vale per austeno-ferritici.

Per i tipi di acciaio fuso castensitico, la necessità di preriscaldamento e gli intervalli di temperatura per il preriscaldamento sono molto diversi e ciascuno dipende dalla specifica qualità dell'acciaio fuso. Per i numeri di materiale 1.4405 e 1.4411 non è richiesto il preriscaldamento, tuttavia prima del processo di saldatura è richiesto il preriscaldamento del materiale 1.4011 a 250 ° C fino a 300 ° C. Qui devi sempre cercare sotto il rispettivo numero di materiale.

Inoltre, il pericolo di una possibile corrosione intercristallina deve essere sempre preso in considerazione, nella zona interessata dal calore e possibilmente anche nel materiale rimanente.

Consigli e suggerimenti È anche importante prestare attenzione all'ordine del singolo lavoro. Ad esempio, un rivestimento può essere fatto prima o dopo la saldatura, ma ciò ha un effetto sul rinvenimento o sul rilassamento dell'acciaio e delle temperature ivi utilizzate. Le varietà austenitiche possono in linea di principio essere saldate solo nello stato di raffreddamento.
Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento